Perché organizzare una vacanza a Fuerteventura

Data la situazione sociopolitica dei paesi del Mediterraneo, in questi ultimi anni le Isole Canarie stanno attraversando un vero e proprio boom turistico.

Molte aree una volta selvagge si stanno presto trasformando in resort turistici di prestigio. Il turismo si concentra prevalentemente in alcune aree limitate di Tenerife e Gran Canaria, le due isole principali.

Gli amanti della natura e della tranquillità non devono comunque preoccuparsi perché l'arcipelago canario è comunque composto da 7 isole e alcuni isolotti molto vari tra loro.

Tra queste, ricordiamo Fuerteventura.

Di origine vulcanica, dal punto di vista geologico l'isola di Fuerte è la più antica di tutto l'arcipelago canario.

Visto il suo paesaggio unico al mondo, nel 2009 è stata dichiarata Riserva della Biosfera per l’UNESCO.

Se ami le spiagge e il relax, devi organizzare la tua prossima vacanza a Fuerteventura.

Come arrivare

Arrivare a Fuerteventura dall'Italia è piuttosto facile, ci sono infatti voli diretti e con scalo dalle principali città italiane.

L'aeroporto è situato vicino a Puerto del Rosario, il capoluogo dell'isola e città più grande con 21.000 abitanti circa, e offre voli diretti con l'Italia da Milano, Roma, Pisa, Bologna e Torino.

E' possibile raggiungere l'isola anche da diverse città della Spagna continentale. La Binter, la compagnia locale canaria, collega Fuerteventura con le restanti isole dell'arcipelago.

Per i più temerari, è possibile raggiungere l'isola via mare grazie alla rete di traghetti che connettono le Canarie tra loro. Le due aziende principali sono Naviera Armas e Fred Olsen.

Cosa vedere

Gli amanti della cultura e delle grandi città rimarranno delusi da Fuerteventura, qui non troveranno quello che cercano.

Il discorso cambia per chi cerca relax e vita da spiaggia lontano dal caos cittadino e dal turismo di massa.

Fuerteventura infatti è famosa per le sue spiagge circondate da natura incontaminata e paesaggi protetti.

Tra le più belle e conosciute ricordiamo la spiaggia di Sotavento, Cofete, El Cotillo e le Dune di Corralejo.

Se pensi di andare a Fuerteventura per le tue prossime vacanze, mi raccomando non dimenticare di organizzare almeno un paio di attività acquatiche come immersioni, kitesurf e surf.

Dove dormire

Le principali zone dove pernottare a Fuerteventura sono tre:

  • Zona Nord: Corralejo o El Cotillo
  • Zona Centrale: Caleta de Fuste o Puerto del Rosario
  • Zona Sud: Costa Calma o Morro Del Jable

Un'idea è dividere il soggiorno in due parti, la prima da dedicare alla parte settentrionale mentre la seconda sulla parte meridionale.

A nord la parte più organizzata dal punto di vista turistico è senza dubbio Corralejo. La cittadina dalla chiara vocazione turistica offre tutti i servizi per il turista. Al sud invece troverai le comodità a Morro Jable.

Per gli amanti della tranquillità, puoi soggiornare in una delle varie case rural sparse per l'isola.

Cosa mangiare

Fuerteventura è circondata dall'Oceano Atlantico, approfittante per assaggiare a prezzi accessibili dell'ottimo pesce.

Qui troverai inoltre molta frutta tropicale come papaya, mango e avocado dal sapore unico nettamente superiore da quello che trovi in Italia.

Ti consiglio inoltre di assaggiare il queso canario, un formaggio di capra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *